Guida rapida

schema

I nostri prodotti prevedono una rendita attorno al 10% netto annuo, spesso garantita per 10 anni e con patti di riacquisto predeterminati se si volesse uscire dall’investimento.

Le disponibilità generalmente terminano entro un paio di mesi da quando i progetti vengono pubblicizzati, poichè sono investimenti appetibili a livello mondiale e non sono certamente riservati al solo mercato italiano; per questo motivo vanno presi (o lasciati) così come sono, non si possono fare richieste particolari, ad personam o pretendere di prenotarli e poi saldarli tra 6 mesi, ecc…

Si possono effettuare le prenotazioni quasi sempre con una somma molto bassa, attorno alle 1.000 sterline (possono esserci delle piccole variazioni progetto per progetto); il saldo va poi corrisposto entro una tempistica che mediamente va dai 25 ai 60 giorni.
I versamenti avvengono su Escrow Account/Client Account, cioè su un conto apposito cauzionale (regolamentato dalla legge) gestito dallo Studio Legale e sono poi trasferiti al venditore solo al momento del trasferimento del titolo di proprietà.

Uno degli Studi Legali del nostro team (se gradito), con Sede a Londra, parla italiano e sarà il Vostro consulente; Vi sottoporrà e Vi spiegherà in italiano la contrattualistica e per ogni dubbio o domanda troverete risposta. Solo quando Voi approverete e darete l’autorizzazione al Legale di versare i fondi, questi verranno trasferiti al Legale del venditore.

Si può rogitare restando comodamente in Italia.

Piccola nota sulle “SPESE DI REGIA” – in tutto il mondo quando si fa un investimento immobiliare vi sono spese legali, imposte, bolli, notai, Agenzie immobiliari, ecc…; il confronto Italia/Inghilterra è impietoso. In Italia se si compra una seconda casa, per esempio del valore di 100.000 euro, si paga un’imposta di registro del 9%; a ciò si aggiunge il 4% di commissioni dell’ Agenzia immobiliare e poi vi sono la parcella del notaio, bolli, imposte catastali, ipotecarie, ecc…. per approssimativi 2.500/3.000 euro (quindi altro 2,5-3 %).  Su un investimento da 100.000 euro, in Italia si ha quindi un’ incidenza di spese di circa il 16% , mentre in Inghilterra, sui nostri prodotti ad uso investimento, le SPESE TOTALI tra lo Studio Legale, le spese di amministrazione e la nostra parcella, si attestano attorno al 5%.

Tornando all’investimento, sottolineamo che si è proprietari al 100% dell’ unità che si acquista e la proprietà viene iscritta al catasto; se anche si comprano 3-4 unità non si gode di nessun ulteriore privilegio (sconti o condizioni particolari) poichè questi investimenti sono nati per tagli da minimo £ 500.000 e quindi è già eccezionale poterli vendere “al dettaglio” anche per chi voglia investire cifre inferiori.

I prodotti sono molto semplici: si tratta di acquistare delle unità (stanze di degenza) presso Residenze Sanitarie o presso degli Hotel; le strutture sono già costruite e sono semplicemente in fase di ristrutturazione/riqualificazione (non si compra un progetto) e quindi non c’è un costruttore che può fallire senza terminare la costruzione o cose simili.

Con alcune delle società costruttrici noi collaboriamo da anni ed abbiamo già concluso numerosi progetti.

IL COMPRATORE PUO’ ESERCITARE IL PATTO DI RIVENDITA (al costruttore stesso) ALLA FINE DEL 10° ANNO al prezzo predefinito del 125% (o alla fine del 6° anno, generalmente al 110% -115% a seconda del progetto specifico) e ciò fa DORMIRE TRANQUILLI AL 100%.

E’ prevista anche la possibilità di cedere il proprio contratto a terzi sul libero mercato.

In Inghilterra su questi prodotti, I NON RESIDENTI NON PAGANO TASSE DI PROPRIETA’, NE’ SULLA PLUSVALENZA, NE’ SUI REDDITI (fino a £ 11.500 di imponibile/anno).

Talvolta il costruttore propone anche dei parziali finanziamenti a tasso zero che portano il ROI anche al 18%; in questi casi bisogna prendere le occasioni al volo poichè tale promozione è riservata solo alle vendite delle prime unità per lanciare un progetto.
Il discorso comunque è meramente matematico ed è molto semplice.

Ci possiamo occupare anche di costituire delle società per chi volesse avvalersi di questo strumento.

Le spese legali e di amministrazione per il rogito sono molto più basse che in Italia e si aggirano attorno alle £ 2.000 per unità.

Non ci sono oneri di gestione e non c’è da pensare a nulla, differentemente da un acquisto classico di appartamenti (dove ci può essere un guasto, un inquilino moroso, ecc…).
Le rendite annuali possono essere pagate sia su un conto corrente italiano che di qualsiasi altra parte del mondo.

I prodotti sono presentati nel corso dei nostri MEETING; consultate la sezione SEMINARI.